La donna selvatica

Profumata di rami scompigliati
E’ un trionfo di energia
La Selvatica!

Lei,
Che volta le spalle
Al calcolo come al lamento,
Non offre riflessi allo specchio.
Ma sorride allegra della troppa vanità.

Il suo compito è l’offerta.
Dell’ anima come del corpo.
Che meraviglia la Selvatica!

Segreta e nascosta
Come filo d’erba
In un campo maturo di grano,
Contempla
Le regole silenziose
Della natura.

Bella la Selvatica!

Che danza per i suoni,
E si eccita per i profumi,
Delizia quando freme per il tocco,
E assapora tutto il gusto.

Da sdraiarcisi di fianco
Occhi al cielo
A guardar le stelle
Per la notte intera.

Bella la Selvatica!

Oltre il dogma e la confezione,
Dopo il diritto e il piagnisteo,
C’è la Selvatica!
Che ama la carne e il piacere
Che contempla il Silenzio con gratitudine.

Donna,
I Maschi ti cercano Selvatica.
Fuori dai modi del mondo,
Ma nel piacere profondo
Desiderano
Lodare Dio con te.

Gli incontri con Fabrizio De André

Il filo d’oro dell’anima

La donna selvatica