Parsifal

Liberamente tratto da Parsifal di Claudio Risé

Scritto e interpretato da Davide Giandrini
Regia: Franco Palmieri
Consulenza: Claudio Risé

Musiche di scena: A. Part, Z. Preisner
Scene e costumi: Sergio Cangini
Luci: Alberto Bartolini
Service audio luci: Massimo Martorana

Genere: racconto comico drammatico
Per: scuole superiori e adulti
Durata: 60 minuti circa
Luoghi: teatri e sale.

Scarica il pieghevole

Di fianco al letto e sopra al comodino, ho avuto per sette anni il Parsifal di Claudio Risè.
Una sera quasi per caso l’ho aperto…

Ricchissimo nella vicenda, nelle ambientazioni, nella descrizione dei personaggi e nel loro continuo rimando simbolico è essenzialmente un viaggio nell’iniziazione maschile all’amore sensuale. Un viaggio cruento, molto doloroso, comico, profondissimo.

Parsifal è all’inizio “un bambino proprietario del mondo”, che poi camminando impara, lentamente si piega, finalmente piange, e umile si rialza con un volto da uomo.

È il passo oltre il proprio ego. E’ un abbraccio alla vita. Al Padre.
Provocazione all’uomo di oggi più che a quello di ieri, Parsifal è una vittoria. E’ La vittoria.

La vittoria del grido sul capriccio, della responsabilità sul piagnisteo, del lasciare sul trattenere.
Del buttarsi nel desiderio sul timore.

Storia di una conversione.

Il sentiero del padre – foibe

Per i tuoi occhi chiari

Parsifal